Dead Skyline

CANE——–TOUR DOPE LIMITED BENEFIT TAPE (BYR03)————

novembre 10, 2012
Lascia un commento

 Image

Mentre la  flashware records ci fa tribolare con il nuovo lavoro su lunga distanza dei Cane, noi ci infettiamo i timpani fino allo stato di un otite lancinante e purulenta con questo demo in formato cassetta  antecedente il tour europeo della strap-p on-a band meneghina: tour dope limited benefit tape (on sell a soli 4 euri)

La sottotraccia di ogni brano di questo demo è un 1,2,3,4 contato a mente, e non urlato alla vecchia dee dee maniera, che ci fa ripiombare negli anni dei jeans sdruciti, spilloni da balia, e siringhette a salve di scuola Queens.

Canzoni de frammentate e fulminanti in cui il pop viene corrotto con  effettoni lo-fi o viceversa, coretti da beach boys/ramones mascherati da pinheads e derive synth acidule che  fanno fluttuare le songs in un tagadà di olio bollente.

Tour Dope è quello che avrebbe potuto cantare Marlene Dietrich se i nazisti avessero avuto un po’ più senso dello humor, ma in fondo perché guardarsi indietro se sono I cani a indicarti la strada?

 

A
so pink 
affair in havana 
Remote control 
I don’t Like You 

B
Sex, Love and Threesomes 
Life Objective 
Dinner Date 
Your Brains are Dead 

Includes immediate download of 8-track album in your choice of MP3 320, FLAC, or just about any other format you could possibly desire.

Buy Now  €4 EUR or more


Pubblicato su Uncategorized

DOOJIMEN – NEW DARK AGE

novembre 1, 2012
Lascia un commento

Tornano alla carica gli oscuri e massonici  Doojimen con un EP dal titolo eloquente, per l’appunto, New Dark Age, uscito proprio a ridosso della notte di Hell-o-ween. Pervaso da una atmosfera-estetica-estatica tipicamente deathrock, richiami in copertina ai Damned – 45 Grave – Flesheaters – Christian Death; non smentisce neanche nel suono questa attitudine votata al nichilismo irreversibile del Nuovo Medioevo (Musicale e non solo) in cui ci siamo impaludati.

Rispetto al precedente demo dei “Tales from Underground“, in New Dark Age viene accantonata quell’immediatezza di riff che girano supersonici su una roulette russa a la Stooges per favorire suoni più malevoli ed ossessivo-compulsivi in cui compaiono le salme putrescenti dei Lords of the New Church, Christian Death e Flesheaters.

Se ci fosse una Santa Inquisizione contro il rock and roll al pubblico rogo sicuramente finirebbero i Doggs della prima ondata, e proprio i Doojimen del pirotecnico stregone Ramblin’ Eric, padrini della New Dark Age da loro stessi inaugurata e avversata.

Hugo Bandannas


Pubblicato su Uncategorized